Canzoni d’amore rap, trap e hip-hop, sette brani italiani che affrontano questo tema

Canzoni d'amore

Canzoni d’amore rap, trap e hip-hop, ecco sette brani italiani dalla cultura musicale anni Novanta fino alle tendenze di oggi

La musica rap nasce come effetto  del disagio sociale nei ghetti, percepito per lo più da persone di colore nelle grandi metropoli statunitensi nel corso degli anni Ottanta e Novanta. Nonostante i temi trattati siano il degrado urbano e sociale, oppure il desiderio di combattere contro un sistema sbagliato, diversi rapper e trapper hanno anche scritto testi d’amore. 

Stessa cosa anche per il Bel Paese, dove la cultura rap, trap e hip-hop ha sperimentato temi diversi da quelli trattati alle origini da questo genere musicale.

Ecco sette canzoni di genere rap, trap e hip-hop che affrontano il tema dell’amore in forme diverse: la serenata romantica, i ricordi di un amore giovanile, il tema dell’abbandono oppure la differenza tra amore e desiderio fisico. 

Canzoni d’amore rap, gli anni Novanta con Jovanotti e Articolo 31

1) Serenata rap di Jovanotti

Vorrei che per la vita noi due fossimo vicino

Una serenata rap per dirti che di te

Mi piace come mi guardi mi piace come sei con me

Mi piace quel tuo naso che s’intona con il mondo

Mi piace il tuo sedere così rotondo

Da rendere satellite ogni essere vivente

Mi piaci perché sei intelligente

Si vede dalle tue mani come le muovi

Il primo esempio per iniziare questo elenco è Serenata rap, canzone del 1994 scritta e cantata dal giovanissimo Lorenzo Francesco Cherubini, alias Jovanotti. Egli presentò agli italiani un nuovo modo di fare canzoni d’amore e di raccontare questo sentimento. Il videoclip era stato girato a Bologna e mostra Jovanotti sopra una trave, di un cantiere edile, mentre si rivolge alla sua amata. 

https://www.youtube.com/watch?v=d9Mk7ZbueBI

2) Domani di Articolo 31 feat. Paola Folli

Ma se domani un altro sole il tuo corpo riscalderà (domani)

Però domani un altro bacio dimmi che sapore avrà? (domani)

E se domani un pensiero di ciò che era ieri ti chiamerà (domani)

Tienilo con te perché dopo un giorno ancora forse se ne andrà

Dopo il brano di Jovanotti, nella nostra lista troviamo Domani, il singolo degli Articolo 31 (Dj Jad e J-Ax) con Paola Folli. La canzone fu pubblicata nel 1996 diventando uno dei tormentoni dell’anno e un simbolo per una generazione. Il duo riprende i ritmi del funk e hip-hop  statunitensi, la dolce voce femminile di Folli al ritornello si contrappone a quella rude di J-Ax. 

Canzoni d’amore rap, hip-hop e trap, le mode degli ultimi anni

3) Stavo pensando a te di Fabri Fibra 

Però alla fine, vedi, è tutto apposto

Si vede che non era il nostro corso

Si dice “tutto fumo e niente arrosto”

Però il profumo mi è rimasto addosso

Se nei primi due casi si parlava di amore con semplicità e gioia, Stavo pensando a te (2017) affronta il tema della separazione e del ricordo.  Il testo di Fabri Fibra, anche lui rapper di vecchia scuola, ci racconta la delusione di un uomo che è stato abbandonato dalla sua donna. L’uomo cerca di raggiungere un apparente stato di serenità,  vuole evadere dalla precedente realtà rompendo le regole, come svegliarsi tardi la mattina, oppure  andare in spiaggia a “fumare con i draghi che volano” (in riferimento all’uso di droghe per attutire il dolore). 

4) Voce di Madame

Dove sei finita, amore? Come, non ci sei più?

E ti dico che mi manchi, se vuoi ti dico cosa mi manca

Adesso che non ci sono più, adesso che ridono di me

Adesso che non ci sei più, non so se

Ti ricordi di me

Voce di Madame, presentata in occasione del Festival della canzone italiana di Sanremo del 2021, affronta, come il brano di Fabri Fibra, il tema della separazione.

“Fumo per sbarazzarmi di lei” è la stessa strada che propone anche il rapper di Senigallia, cioè cercare nelle sostante stupefacenti una vana via d’uscita. Nonostante i tentativi di mandare via l’immagine di lui, quest’ultima si presenta come se fosse una voce, anzi la nostra voce.  A differenza del brano Stavo pensando a te, il testo di Madame si preoccupa di dare spazio anche al problema di rinnegare se stessi pur di dimenticare la persona che ci ha lasciati. 

5) Penelope di Achille Lauro

La vita insegna ad essere insensibili con chi è sensibile

Ho conosciuto te, siamo stati anni a riprovare sotto le coperte

Ma amare poi non è sc***re

Il Paradiso sì

Solo il tempo di vestirsi e andare. Insegnami com’è

Dire addio e non girarsi a guardare

Sempre durante le medesima edizione del festival, il musicista hip-hop Achille Lauro presentò una serie di “quadri” combinando generi musicali diversi come il glam rock, il rock and roll, il pop e l’hip-hop per raccontare la sua formazione artistica. Riprendendo il nome della celeberrima moglie di Ulisse, la canzone Penelope (pubblicata nel 2018) è un elogio alla figura della donna, nonché una riflessione sulla differenza tra amore e sesso. 

Canzoni d’amore rap, hip-hop e trap: le ultime generazioni 

6) Tu t’e scuordat’ ‘e me di Liberato

‘Na rosa ‘e cient’ spin’

Se je mise senz”e te

‘Na bott’ dint”o cor’

Tu t’e scurdat’ ‘e me

In gir’ a Mergellin’

Te port’ addo’ vuo’ tu

‘Nu miezz’ pacchettin’

It’s me and you

‘Na rosa ‘e cient’ spin’

Liberato è il giovane cantante partenopeo che mescola il genere R&B con la musica tradizionale napoletana. Apparso per la prima volta il 14 febbraio 2017 con il brano Nove maggio, il ragazzo ha conosciuto un notevole successo mediatico negli ultimi anni, grazie anche ai social network.

Tu t’ e scurdat’ ‘e me (2017) racconta di una storia d’amore per i vicoli del capoluogo campano, ambientata tra  i quartieri di Mergellina, Forcella e l’isola di Procida. Egli rappresenta la nuova generazione di artisti napoletani che recupera i temi della musica tradizionale combinandoli con testi che inseriscono parole in inglese, spagnolo e francese.

7) La coda del diavolo di Rkomi feat. Elodie

Sai che ti cercherei in tutta Milano

Che ti stringerei forte la mano

Nei locali alla moda

Anche sotto la coda del diavolo, credimi

La canzone La coda del diavolo del 2021, del trapper milanese Rkomi e della cantante romana Elodie, chiude il nostro elenco di canzoni rap e trap romantiche.  Il brano fa parte dell’album Taxi Driver, in cui Rkomi ha collaborato con la nuova generazione di cantanti e trapper italiani come Ernia, Dargen D’Amico, Gaia Gozzi, Irama e Sfera Ebbasta. Il duo racconta una storia d’amore in una delle città più frequentate e note per la sua vita notturna: Milano. I due protagonisti sentono di avere un senso solo stando insieme nonostante le loro fughe notturne nei locali  più rinominati del capoluogo lombardo. 

Fonte immagine di copertina: Pixabay 

A proposito di Salvatore Iaconis

Laureato in Lettere Moderne presso l'Universitá Federico II di Napoli il 23 febbraio 2022 e giornalista iscritto all'ordine regionale dal 26 gennaio 2021. Grande amante della lettura dai classici della tradizione fino ai best-sellers più recenti, appassionato di cinema in tutte le sue forme nonché di teatro, storia, arte e filosofia.

Vedi tutti gli articoli di Salvatore Iaconis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *