Lombardi 1892, pizzaioli da 5 generazioni

Lombardi 1892, pizzaioli da 5 generazioni

Lombardi 1892, piccola recensione di una pizzeria speciale

1892. 

Primo governo presieduto da Giovanni Giolitti. 

Rudolf Diesel brevetta un nuovo sistema di combustione, alla base del motore diesel.

A Napoli nasce la pizzeria Lombardi.

2021. 

La Pizzeria Lombardi, dopo 129 anni di attività, sforna ancora, giorno dopo giorno, ottime pizze, e non intende smettere di farlo, anzi, c’è ancora quello spirito, quella volontà di mettersi in gioco che di solito contraddistingue chi nel mercato ci è appena entrato. Enrico e Carlo Alberto Lombardi, pizzaioli di quinta generazione, hanno nel DNA la tradizione, ma non per questo rinunciano a ideare nuove proposte per la loro clientela.

Un esempio lo abbiamo avuto giovedì 2 dicembre, quando, alla presenza di blogger e giornalisti del settore, è stata presentata la loro nuova creazione: la “Chianchetella”. Decisamente autunnale nei sentori ma ottima anche in inverno, questo capolavoro di arte bianca si compone di crema di funghi porcini, radicchio, fior di latte, pancetta, burrata, parmigiano, basilico e scaglie. Il suo nome ha una interessante storia alle spalle perché fa riferimento ad un paesino in provincia di Avellino, dove i cugini Lombardi si recavano da bambini alla ricerca di funghi. Una squisitezza questa che esemplifica perfettamente le intenzioni dei due cugini, da diversi anni ormai al timone della azienda di famiglia, che hanno voluto omaggiare il loro retaggio e la loro infanzia con una pizza moderna nel gusto ma non eccessivamente ricercata.  

Lombardi 1892 e le nuove pizze presentate alla stampa 

L’incontro, moderato dalla giornalista Valentina Castellano, è stato un excursus nella storia di un’attività che ha fatto della passione, del mestiere e dei suoi valori, il centro focale intorno cui costruire un importante punto di riferimento per il quartiere e la città tutta. Punto di riferimento anche storico, poiché al suo interno sono presenti cimeli tutelati dalla Sovraintendenza ai beni culturali.

La degustazione ha previsto, oltre alla “Chianchetella”, un’altra new entry del menu: la “Tianella”, una pasta e fagioli alla pescatora con calamaro, polpo, vongole, cozze e gamberone. Come antipasto, invece, frittatina di pasta e mozzarella in carrozza. A seguire, un assaggio della pizza “Signora Silvia” con ricotta carciofi pancetta fiordilatte parmigiano e pepe. Alle nuove proposte della carta sono stati abbinati vini della selezione Mastroberardino, azienda con cui la famiglia Lombardi coltiva da sempre rapporti di collaborazione e stima.

Pizzeria Lombardi 1892 è una bottega del gusto unica nel suo genere. Impasti profumati, fragranti e friabili, materie prime eccellenti ed esperienza tra le mani. Mangiare una delle loro pizze è un piacere, un affaccio malinconico sulla Napoli che fu, con in tasca ancora la speranza di poter contribuire a quella che sarà.

Dalle vecchie generazioni portiamo sacrificio e passione, siamo nati al banco e continueremo a raccontarci da lì.

 

A proposito di Marcello Affuso

Direttore - Docente - Coautore del romanzo "A un passo da te" - Laureato in Filologia Moderna

Vedi tutti gli articoli di Marcello Affuso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *