Gli occhi sanpaku: presagio di un triste destino

occhi sanpaku: presagio triste

Secondo un’antica leggenda orientale – probabilmente di origine cinese – è possibile individuare il destino degli esseri umani nei loro sguardi: se una persona possiede gli occhi di Sanpaku la sua vita sarà prettamente sconsolata e incompresa. I “sanpaku gan” (三白眼) sono una rara e particolare tipologia di occhi: questa infatti denota un’iride di dimensioni modeste, poiché copre due terzi o meno dell’asse verticale dell’occhio. Insomma, per capire se si possiede lo sguardo Sanpaku, il cui significato letterale è tre vuoti o tre bianchi, basta capire se è ben visibile la sclera sopra o sotto l’iride, ovvero la parte bianca dell’occhio. Lo si può scovare guardandosi allo specchio: la testa deve rimanere dritta, non bisogna sorridere e nemmeno abbassare il mento.

Più che una leggenda questa sarebbe, in realtà, una superstizione: probabilmente nasce dalla medicina tradizionale cinese, la quale riteneva lo sguardo Sanpaku un modo per identificare lo squilibrio energetico. All’epoca, gli individui che presentavano gli occhi Sanpaku venivano considerati come spiritualmente avanzati o con tendenze maligne. Essendo, perciò, una credenza popolare, attualmente ha zero valenza scientifica: infatti, si crede che una persona Sanpaku non solo dia segni d’instabilità mentale ma che, prima o poi, sarà vittima di un triste presagio.

La teoria di Ohsawa e gli occhi Yin e Yang

Colui che ha esaminato nel dettaglio la causa e la cura dell’occhio Sanpaku è George Ohsawa, un divulgatore di famose e antiche tradizioni orientali, dall’agopuntura alla cerimonia del tè, senza però alcuna formazione in ambito medico. Secondo Ohsawa, gli occhi Sanpaku sarebbero previsione di segni di squilibrio fisico e mentale, di una vita difficile dettata spesso e volentieri dalle dipendenze e di una morte violenta. Nel 1965 rilascia il libro You Are All Sanpaku e così questa teoria diventa famosa in Occidente. Nel suo scritto, Ohsawa consiglia una dieta macrobiotica da seguire per correggere gli occhi Sanpaku, per lui indice di una condizione mentale instabile che può diventare pericolosa.

Secondo la leggenda, però, bisogna distinguere due tipi di occhi Sanpaku:

  • Il Sanpaku Yin, detto anche sguardo malinconico, è l’occhio che presenta la sclera inferiore, ovvero uno spazio bianco sotto l’iride. Questo sarebbe sintomo di una malattia mentale, d’uno squilibrio spirituale e fisico che porta, come già accennato, all’abuso di alcool e sostanze. Però, gli occhi Sanpaku Yin denotano anche un animo delicato e sensibile che viene messo a dura prova dal mondo esterno. Secondo la medicina, la sclera inferiore potrebbe generarsi dall’uso costante di droghe o dalla stanchezza eccessiva poiché il nervo ottico si contrae.
  • Il Sanpaku Yang, al contrario, indicherebbe lo sguardo inquietante poiché l’iride è spostata verso il basso e la sclera si trova in alto. La tipologia Yang è la più rara in assoluto e secondo la leggenda questi sarebbero gli occhi Sanpaku dell’assassino o del violento.

Quali personaggi noti possiedono gli occhi Sanpaku?

Per quanto riguarda gli occhi Sanpaku Yin:

  • La principessa Diana, la quale ha sofferto per anni a causa del suo animo nobile e sensibile. Muore violentemente in un incidente stradale e per tanti è stata assassinata;
  • Anche il cantante e ballerino Michael Jackson aveva gli occhi Sanpaku Yin: dal carattere introspettivo e gentile, anche lui ha avuto un’infanzia dura e una vita controversa finché non è venuto a mancare per un’overdose da farmaci. Secondo alcuni fan, sarebbe stato assassinato anche lui;
  • Un’altra cantante, Madonna: la sua vita è stata difficile e attraversata da elogi e insuccessi;
  • La cantante e ballerina R&B, hip hop e soul Aaliyah è stata uccisa in un incidente aereo;
  • Amy Winehouse ha avuto una vita segnata dalla depressione e dall’abuso di sostanze e ci ha lasciati dopo un’overdose;
  • L’attrice Marilyn Monroe, nata da una madre schizofrenica e da un padre sconosciuto, abbandonata nell’infanzia e adottata da varie famiglie, muore assassinata.


Esempi di occhi Sanpaku Yin: Lady Diana, Michael Jackson. Madonna
(Fonte foto collage: Wikipedia)

Due esempi eclatanti di occhi Sanpaku Yang sono:

  • Charles Manson, serial killer;
  • Il DJ e conduttore televisivo Jimmy Savile, lodato e amato per anni dai britannici e in primis dai reali inglesi. Si è scoperto solo dopo la sua morte che in vita era stato stupratore seriale, pedofilo e necrofilo. 


Charles Manson e i suoi evidenti occhi Sanpaku Yang.
(Fonte: Wikipedia)

When I’m down real sanpaku
And I don’t know what to do
Aisumasen Yoko san
All I had to do was call your name
Yes, all I had to do was call your name
John Lennon in Aisumasen (I’m Sorry), 1973

Fonte dell’immagine in evidenza: Wikipedia

A proposito di Giorgia Burti

Vedi tutti gli articoli di Giorgia Burti

Commenta