Rob Gonsalves e il realismo magico

Rob Gonsalves e il realismo magico

Rob Gonsalves e il realismo magico: un celebre artista canadese, un appassionato di pittura e sviluppò questo interesse, traendo forte ispirazione da pittori come Escher e Magritte; è considerato uno dei maggiori esponenti del realismo magico e del surrealismo moderno. Il “realismo magico” è una corrente del ‘900 che descrive una sbalordita e surreale visione della realtà. Per questa ragione il suo stile inizialmente surrealista si distacca deliberatamente dal vero surrealismo, perché l’esperto pittore Rob Gonsalves decide di mescolare sapientemente elementi surreali ad elementi che sono frutto di un pensiero logico-razionale. Le sue idee sono in gran parte generate dal mondo esterno, l’ambiente naturale é la sua fonte di ispirazione alla quale si sovrappongono dispositivi illusori.

Rob Gonsalves e il realismo magico – Il celebre trompe l’oeil

Le illusioni nelle opere dell’artista canadese Robert Gonsalves hanno un ruolo meraviglioso per far prevalere i differenti punti di vista e le diverse percezioni che ogni appassionato d’arte può ottenere. Rob Gonsalves lavorò a tempo come architetto, come artista di murales ed è abile a creare “trompe-l’oeil” nei suoi dipinti. I suoi dipinti talvolta sono stati paragonati a scenografie teatrali dove realtà e finzione si fondono simultaneamente.
I suoi dipinti sono puzzle perfetti in cui tutti gli elementi combaciano perfettamente dopo un attento studio visivo. Saper usare sapientemente la prospettiva permette di realizzare dipinti real-immaginari. La fervida immaginazione tipica di un bambino si mescola alla poesia di un uomo adulto che adopera con delicata precisione i pennelli per la sua opera d’arte, dando vita ad un capolavoro di bellezza naturale come succede con il suo dipinto “La luna” percepibile in doppia visione sia come luna stessa sia come cielo azzurro con le nuvole su una foresta.
Dai critici spesso sono state definite “Opere Surreali” i suoi dipinti, perché hanno colto la volontà del pittore Rob Gonsalves di catapultare lo spettatore in due dimensioni differenti e facendo comprendere quanto sia profonda la relatività della visione umana.

Rob Gonsalves e il realismo magico – Occhio dei critici

Secondo i critici d’arte esiste un forte parallelismo tra le opere di Rob Gonsalves e il pittore Escher, perché i loro dipinti sono basati sui giochi di prospettiva e di illusione ottica. La differenza tra i due pittori e delle relative tecniche pittoriche è che Escher era concentrato su un aspetto matematicomentre Rob Gonsalves era concentrato sull’aspetto onirico-magico. Rob Gonsalves è ricordato per la sua improvvisazione controllata che gli permette, giustapponendo immagini e concetti, di creare quadri che raccontano qualcosa di unico.

 Fonte immagine: widewall.ch 

Chi è Ivana Murolo

Nata a Napoli nel 1992. Laureata in Lingue Culture e Letterature Straniere con una grande passione per la scrittura e il mondo della comunicazione. Determinata, versatile, carismatica ed empatica. Adoro la cultura internazionale, la musica, i viaggi il cinema ed i libri. The difference that makes the difference è la citazione che mi sprona ogni giorno a dare il meglio di me. Provo curiosità verso il mondo che mi circonda e presto particolare attenzione alle tematiche sociali e psicologiche.

Vedi tutti gli articoli di Ivana Murolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *