Notizie di attualità, costume e società dall’Italia e dall’estero

Angela Iacobucci presenta “Quella garibaldina della sua trisavola”

Angela Iacobucci presenta “Quella garibaldina della sua trisavola”

di Sabrina Goglia

Angela Iacobucci ha presentato al pubblico la sua ultima opera, Quella garibaldina della mia trisavola (2000diciassette edizioni), un tuffo nel controverso periodo del Risorgimento, di cui si conosce ancora ben poco. L’evento, inserito nella III Edizione  della collettiva d’Arte Sinergie diretta da Antonella Botticelli, si è tenuto martedì 20 giugno 2017, alle 17.00, nella Sala Consiliare della Rocca dei Rettori. Un racconto di passioni La presentazione si apre con Elide Apice a far da moderatrice, che ci spiega come i festeggiamenti per i 150 anni dell’Unità d’Italia nel 2011 siano stati per la Iacobucci l’occasione per accorgersi di una curiosa riproposizione di nomi e cognomi della sua famiglia nelle cronache dell’epoca e siano dunque stati il motore per una serie di ricerche che hanno portato alla realizzazione del volume pubblicato. La giornalista evidenzia quanto questo libro sia in realtà una “narrazione di passioni”, perché passione è quella espressa dalla Iacobucci nella sua inchiesta storica ma è anche...
Absence

Absence di Chiara Panzuti: il mistero dell’identità

di Carolina Borrelli

Hai mai pensato di sparire così, all’improvviso senza lasciare più traccia né ricordi, semplicemente di non esserci più, o almeno non esserci più agli occhi degli altri? In questa ipotetica distopia tu urli a gran voce ma nessuno ti ascolta, nessuno ti vede. Eppure la vera domanda è un’altra. «Pensi davvero che ti vedessero… prima?» A porre questo interrogativo dal peso di un macigno, la giovane scrittrice Chiara Panzuti nel suo nuovo libro della collana lainYA della Fazi Editore e tra gli scaffali delle librerie dal 1° giugno: Absence. Faith, sedicenne ma dal tono già maturo, sa bene cosa vuol dire cambiar vita, ricostruire un’identità. Il trasloco non è per lei una nuova esperienza, ma questa volta ha un sapore diverso, un sapore migliore. Condimento perfetto, la sferica pancia della madre, sulla quale ama appoggiare la testa per percepire quella che prima era solo speranza, ma adesso è presenza. Quella...
TAV di Afragola, luci ed ombre della Porta del Sud

TAV di Afragola, luci ed ombre della Porta del Sud

di Raffaele Petrellese

Risale al 2003 la consegna, ad opera dell’archistar anglo-irachena Zaha Hadid venuta a mancare l’anno scorso, del progetto della stazione ferroviaria TAV di Afragola, comune sito a pochi chilometri da Napoli, ed inaugurata il 6 giugno scorso. Quasi quindici anni sono serviti per la realizzazione di quella che è stata definita dall’emittente televisiva statunitense CNN “una tra le più belle opere della contemporaneità”. Quindici anni conditi da rinvii per la consegna dei lavori prevista inizialmente per il 2008, poi rimandata al 2011 dove, però, non terminarono. Nel 2012 i lavori furono perfino sospesi per mancanza di fondi e, successivamente, dopo diverse gare per la riassegnazione dell’appalto avvenuta nel novembre del 2015, la stazione è stata ultimata nei diciotto mesi previsti dal bando. Ma non definitivamente, purtroppo. Difatti è solo la parte “funzionale” quella che è stata ultimata, ossia la zona relativa ai treni, alla biglietteria, alla sosta dei viaggiatori, oltre ovviamente...
Tullio Pironti

Tullio Pironti, 80 anni di libri e di cultura

di Ciro Gianluigi Barbato

Piazza Dante è un luogo dove la cultura si respira a pieni polmoni, complici la statua del sommo poeta che domina al centro, il liceo-ginnasio Vittorio Emanuele e le tante librerie che si possono trovare. Proprio una di queste librerie, la libreria Pironti, il giorno 10 giugno 2017 ha compiuto 80 anni. Ma la stessa veneranda età è stata raggiunta dal suo proprietario: Tullio Pironti. Tullio Pironti, una vita per i libri Nato nel 1932, Tullio Pironti eredita la libreria dal padre e dal nonno. La sua attività editoriale inizia nel 1972, quando pubblica il libro-inchiesta di Domenico Carratelli La lunga notte del Fedayn. In seguito fa conoscere ai lettori italiani autori stranieri del calibro di Don deLillo, Raymond Carver, Bret Easton Ellis e il premio Nobel Naghib Mahfuz. Altrettanto importante è il contributo del signor Pironti di aver portato alla ribalta due autori italiani: Giuseppe Marazzo, autore de Il camorrista...
Violazione dei diritti umani? Il caso Riina

Violazione dei diritti umani? Il caso Riina – parte 2

di Francesca Paola Esposito

Per la prima parte clicca qui. Riina durante la sua lunga detenzione non si è mai mostrato pentito o intenzionato a cercare alcuna forma di redenzione, anzi: raggiunto dal giornalista Michele Carlino, rilasciò nel ’94 dichiarazioni minacciose contro il procuratore Giancarlo Caselli e altri rappresentanti delle istituzioni. Si lamentò, inoltre, delle severe condizioni in cui versava. Questo portò all’apertura di un provvedimento disciplinare da parte del Consiglio Superiore della Magistratura contro il pubblico ministero Salvatore Boemi, accusato di non aver vigilato sul detenuto. Nel 2013 ripartono le minacce, questa volta nei confronti del pm Antonino Di Matteo e successivamente anche nei confronti di Don Luigi Ciotti. Tale excursus è necessario per comprendere la pericolosità del personaggio, che ha tolto la vita o commissionato l’omicidio di uomini, donne e bambini senza il minimo rimorso. Tra le confessioni più shockanti (e toccanti) divulgate dalle testate giornalistiche nazionali c’è quella di Nicola Di Matteo,...
Violazione dei diritti umani? Il caso Riina

Violazione dei diritti umani? Il caso Riina – parte 1

di Francesca Paola Esposito

Totò Riina è un nome che ultimamente si trova spesso sul web, ai telegiornali, sui giornali. L’ultima volta che se n’è parlato così fittamente è stato probabilmente al suo arresto, avvenuto il 15 gennaio 1993. Salvatore Riina fu considerato dal 1982 il capo dell’organizzazione mafiosa Cosa nostra. Uno tra i tanti soprannomi assegnatigli è particolarmente emblematico: La Belva, che trova il suo significato nella riconosciuta ferocia sanguinaria dell’uomo. Salvatore Riina: chi è il mandante dei più efferati crimini di mafia Riina si è macchiato di numerosissimi crimini efferati, che gli hanno riservato molteplici condanne all’ergastolo: tra i più conosciuti troviamo l’omicidio del capitano Emanuele Basile, del boss Vincenzo Puccio, del tenente colonnello Giuseppe Russo, dei commissari Beppe Montana e Ninni Cassarà, di Piersanti Mattarella, Pio La Torre e Michele Reina. Ancora per l’omicidio del giudice Antonino Scopelliti, del generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, del capo della mobile Boris Giuliano e...
Coppie gay, caposcout sposa il compagno

Coppie gay, caposcout sposa il compagno, il prete del paese lo invita a lasciare il ruolo

di Antonella Sica

 Coppie gay: quanto accaduto a Staranzano, piccolo comune di circa settemila abitanti in provincia di Gorizia, dove il parroco don Francesco Fragiacomo ha chiesto la rimozione di uno dei capi scout del gruppo Agesci a seguito delle nozze di quest’ultimo col compagno è uno dei tanti episodi che fanno discutere. Coppie gay, la vicenda di Staranzano Sabato scorso Marco Di Just, uno dei capi scout di Staranzano, si è unito civilmente al compagno, il consigliere comunale Luca Bortolotto. Le nozze sono state celebrate in municipio dal sindaco Riccardo Marchesan davanti a centinaia di persone. All’indomani della cerimonia il parroco del paese, che già da tempo aveva informato l’arcivescovo di Gorizia Carlo Maria Redaelli, ha chiesto la rimozione di Di Just dal gruppo, affermando che «non ci sono più le condizioni per fare l’educatore». Secondo il parroco la figura di educatore di Di Just crea confusione nei ragazzi, andando contro...
Il panico di Torino e il gioco dei terroristi

Il panico di Torino e il gioco dei terroristi

di Marco Piras

Migliaia di persone ammassate, un forte rumore, le grida, il panico, la corsa disperata senza badare a nessuno, le cadute in mezzo ai vetri rotti, persone schiacciate, ambulanze. Quanto accaduto sabato sera in Piazza San Carlo a Torino durante la finale di Champions League tra Juventus e Real Madrid ha del grottesco. Poche ore prima dell’attentato di Londra che ha causato la morte di sette persone e il ferimento di quasi cinquanta, in Piazza San Carlo, dove decine di migliaia di persone si erano radunate per seguire la finale della competizione calcistica su un maxischermo, senza alcun reale pericolo si è scatenato il panico. Nel fuggi fuggi generale oltre millecinquecento persone sono rimaste ferite – tre delle quali in modo grave – in gran parte a causa dei pezzi di vetro sparsi nella piazza o calpestate dalla folla in fuga. Il bilancio è in continuo aggiornamento e le dinamiche ancora...

Esperimento-sfida: è di Prato la classe #socialzero

di Adele Migliozzi

Una settimana senza cellulare e connessione internet: lo stimolante esperimento è stato proposto e realizzato da Marcello Contento, docente di Economia Aziendale presso l’Istituto Tecnico Commerciale “Dragomari” di Prato, insieme ai suoi circa trenta alunni di età compresa tra i 15 e i 17 anni, che hanno accolto la sfida di rinunciare al telefonino e a ogni connessione con la rete Internet per ben sette giorni, con entusiasmo e curiosità di mettersi alla prova; un po’ per provocazione un po’ per gioco, sulla scorta di una partecipata lezione sull’era pre-digitale, l’insegnate ha suggerito di riporre, lo stesso in primis unitamente alla sua classe, tutti i propri irrinunciabili smartphones in una scatola, per una settimana di “disintossicazione” da Facebook, Instagram, WhatsApp, Ask e web. «Sveglia alle ore sette, doccia, caffè, jeans, camicia, parcheggio, auto e via in direzione scuola. Tra pochi minuti parte la nostra avventura. Al suono della campanella entreremo a...
Russia, il tempo in cui la poesia infrange la legge

Russia, il tempo in cui anche la poesia infrange la legge

di Sara Barone

“C’è chi ama giocare a pallone, mio figlio ama recitare poesie”. Queste non sono le parole del genitore di un poeta della nostra tradizione letteraria, bensì il resoconto così semplice, eppure per nulla scontato, del padre di Oscar, un bambino di soli 8 anni che per sconfiggere, o quanto meno superare, le proprie difficoltà linguistiche, trova conforto ed aiuto nei componimenti in versi. Ma ciò che fa scalpore non è affatto la precocità di tale passione, quanto il fatto che, proprio a causa del suo bisogno di recitare in pubblico, il piccolo Shakespeare è stato arrestato dagli agenti della polizia di Mosca. Lo scenario Ci troviamo in una delle zone centrali della città, nei pressi del Vecchio Arbat, ed Oscar, in compagnia della matrigna Cristina che lo osserva tranquilla, è nel pieno della sua messa in scena in piazza, dinnanzi agli occhi dei passanti. Ad un tratto, a rompere l’atmosfera,...
Quando anche vivere diventa un lusso in Grecia

Quando anche vivere diventa un lusso in Grecia

di Sara Barone

Grecia, paese di un fascino smodato, di un sole e di un mare rilucente, del profumo smisurato della natura e di gente condiscendente, affabile e silenziosa. Quello stesso silenzio che, però, non può abitare nell’animo di chi in pochi anni ha visto portar via il proprio lavoro, il proprio denaro, la propria esistenza; e che di certo non può perdurare nella coscienza di quanti, direttamente o indirettamente, hanno contribuito all’esalazione degli ultimi respiri di pace del proprio popolo. Quando affermiamo che il nostro Bel Paese sia in una condizione di crisi irreversibile, forse dovremmo volgere lo sguardo più ad Est, per renderci conto di cosa significhi realmente perdere il proprio orientamento e punti di riferimento, e, soprattutto, per cercare di scampare un pericolo, prima che sia troppo tardi. «Il piano di salvataggio ha distrutto la Grecia». Queste le parole del Premier Alexīs Tsipras, chiamato in causa per esprimere la propria opinione sul disfacimento e sul...
Manchester, strage al concerto di Ariana Grande

Manchester, strage al concerto di Ariana Grande

di Matteo Pelliccia

Strage a Manchester, nel Regno Unito. Nella serata di ieri la cittadina britannica è stata coinvolta in un attentato alla Manchester Arena, il secondo palazzetto più grande d’Europa con i suoi ventunomila posti, dove era in corso il concerto di Ariana Grande. Bambini e adolescenti nell’attentato alla Manchester Arena Il bilancio dell’esplosione kamikaze, avvenuta alle 22.35 del 22 maggio, è finora di 22 morti e 60 feriti. Tra le vittime molti sono bambini e adolescenti, i principali fan della cantante americana. La prima vittima identificata aveva appena 18 anni. Si chiama Georgina Bethany Callander, secondo l’Independent. La ragazza è stata riconosciuta grazie a una foto del suo profilo Instagram che la ritrae assieme alla sua beniamina Ariana Grande. Era stata scattata dietro le quinte di un concerto di due anni fa. La più giovane finora identificata ha 8 anni, Saffie Rose Roussos di Leyland, proveniente dal Lancashire, come riferisce la Bbc.  Sono in corso d’opera accertamenti per verificare l’identità...
Moda: in vigore in Francia la legge anti-anoressia

Moda: in vigore in Francia la legge anti-anoressia

di Giorgia D'alessandro

Vera e propria piaga sociale sono i disturbi del comportamento alimentare, problema sempre più consistente, specialmente fra i giovani, la fascia che più di ogni altra tende a subire ed incamerare le pressioni esterne, ad adeguarsi agli standard, pena l’esclusione dal gruppo. Anche quando questi standard sono quelli irrealistici ed eccessivi spesso proposti dai media e dal mondo della moda. Anche quando questi standard sfiorano, e neanche così di sfuggita, patologie gravi come l’anoressia, disturbo del comportamento alimentare che in Francia conta oltre 40 mila vittime e rappresenta la seconda causa di mortalità fra i 15 ed i 24 anni, preceduta soltanto dagli incidenti stradali. È proprio la Francia a varare una legge anti-anoressia, su esempio della Spagna, che intervenga sugli standard irrealistici della moda e delle pubblicità e prevenga l’anoressia nelle giovani. Mai più modelle anoressiche grazie alla legge anti-anoressia Sempre più modelle, in tutto il mondo, scelgono di...
Scommesse in Italia? Sì, ma meglio andare sul sicuro

Scommesse in Italia? Sì, ma meglio andare sul sicuro

di Francesca Paola Esposito

Il mondo delle scommesse sportive è diventato, nel corso del tempo, un micro-universo pieno di possibilità e di occasioni: dal pronostico di un avvenimento futuro alla scommessa live, dai centri abilitati all’online è una dimensione a portata di tutti gli utenti maggiorenni che vogliono partecipare in maniera diversa – e consapevole – alla propria passione. Le scommesse fanno parte, a tutti gli effetti, del gioco d’azzardo e come tale posseggono in nuce innocenti opportunità o pericoli: sta all’utente riuscire a mantenere il giusto equilibrio e non superare il labile confine che separa le due dimensioni. Di cosa si tratta? In linea di massima – e in maniera a dir poco semplicistica – uno scommettitore decide di impegnare una quantità di denaro “x”; un bookmaker (o allibratore regolarmente autorizzato) accetta la scommessa e vi applica delle “quote” che permettano poi di calcolare la somma finale che lo scommettitore potrà accaparrarsi in...

Blue Whale Challenge: quando il suicidio diventa social

di Naomi Mangiapia

Che cosa spinge l’essere umano a commettere atti irrimediabili? Davanti a eventi tragici la prima domanda è questa. La natura dell’uomo è violenta e violente possono essere le azioni che compie. Viviamo in un momento storico difficile, ma non è stato l’unico. Le nostre giornate sono accompagnate da episodi di violenza, per lo più raccontateci dai media e da internet; i nostri collegamenti sul mondo raccontano per la maggior parte notizie terribili e questo è avvilente. “L’unica cosa a cui non c’è rimedio è la morte” Quanto è vera questa frase. 157: questa cifra oggi sicuramente vi dirà molto. Centocinquantasette sono le vittime contate, le morti della Blue Whale Challenge. Il nome Blue Whale Challenge ha origine dal fenomeno dello spiaggiamento dei cetacei: arenati sul bagnasciuga, si lasciano morire. Questa è l’ennesima sfida che gira sui social e che impegna ragazzi, per lo più adolescenti, a commettere atti pericolosi e...
In Venezuela continuano le contestazioni contro Maduro

In Venezuela continuano le contestazioni contro Maduro

di Salvatore Tramontano

In Venezuela continuano le manifestazioni di protesta contro il presidente Nicolás Maduro che non riesce a portare in salvo un Paese in cui quasi l’80% della popolazione vive in condizioni di povertà, anche estrema. Le proteste che si protraggono ormai da più di un mese e che hanno causato un bilancio di 31 morti, centinaia di feriti, 1500 arresti e una scia di distruzione e saccheggi sembrano non poter trovare una conclusione. La coalizione d’opposizione, la “Mesa de la unidad democrátaica” (Mud), che nel dicembre del 2015 è riuscita ad ottenere la maggioranza dei seggi in Parlamento, ha dichiarato che le manifestazioni continueranno fin quando il governo non prenderà in considerazione le sue richieste che implicano il convocare nuove elezioni, autorizzare aiuti umanitari nel Paese, rilasciare prigionieri politici e licenziare i giudici della Corte Suprema accusati di voler sciogliere il Parlamento. Ad alimentare il clima di tensione vi sono le guerre...
Football Leaks, i retroscena occulti del calcio mondiale

Football Leaks, i retroscena occulti del calcio mondiale (Parte due)

di Raffaele Petrellese

Leggi la prima parte qui. Invischiati nello scandalo, ma per altri motivi, sono moltissimi giocatori e mestieranti sudamericani, principalmente argentini. Per questa fattispecie viene scoperto il tragitto che fanno le somme di denaro sborsate dai club per l’acquisto delle prestazioni sportive dei calciatori, affinché possano arrivare a terzi soggetti che detengono percentuali sui footballer, che assomigliano sempre più a vere e proprie aziende. La FIFA nel 2014 ha vietato questo tipo di partecipazioni, dette TPO (third-party ownership). Ma le somme arrivano comunque a chi tira i fili, magari a titolo di intermediazione. Prima di giungere però nelle loro tasche passano per società olandesi o lussemburghesi, che trattengono una percentuale variabile tra il 4 ed 6 percento, per poi girare il danaro nei soliti conti offshore collocati in paesi come Malta, Panama, Isole Vergini e varie località caraibiche. In questi paradisi fiscali, oltre alle aliquote quasi nulle, vi è anche il...
Football Leaks, i retroscena occulti del calcio mondiale

Football Leaks, i retroscena occulti del calcio mondiale (Parte uno)

di Raffaele Petrellese

Il calcio. Probabilmente lo sport più bello al mondo. Sicuramente quello più seguito in Europa ed in continua espansione nell’America del Nord (in quella del Sud è religione) e nell’estremo oriente. Milioni sono i fans sparsi per il globo ed una infinità sono i giovanissimi che sognano di vivere la gloria ed il successo nel mondo “pallonaro”. Il calcio è, per molti, una ragione di vita, un pilastro per la propria esistenza; anche se chi alimenta questo sport, ossia i tifosi, non ci guadagna niente. Ma dietro a montagne di goal, dribbling, parate all’incrocio dei pali, cori, passioni ed ansie si nasconde un universo marcescente che spesso sfocia nell’illegalità. È alla fine del 2015 che il sito Football Leaks, diffondendo i primi esplosivi documenti, dà vita all’omonima inchiesta: ad essere presi di mira sono gli affari della Doyen, colosso della gestione dell’immagine degli sportivi, la quale, contattata da un “mediatore”...