Chiesa evangelica: storia, credo e caratteristiche 

chiesa evangelica

Chiesa evangelica, storia e caratteristiche da conoscere

L’evangelismo è un movimento cristiano che si basa sulla Bibbia come autorità suprema e che sottolinea l’importanza dell’evangelizzazione, ovvero la diffusione del messaggio del Vangelo di Gesù Cristo. I cristiani evangelici sono solitamente associati con il protestantesimo e hanno alcune caratteristiche distintive, come l’enfasi sulla conversione personale e l’importanza della fede personale in Gesù Cristo come Salvatore.

Gli evangelici spesso sottolineano l’importanza della lettura e dell’interpretazione personale della Bibbia, e molti di loro sottolineano anche l’importanza della preghiera personale e della vita spirituale personale. Inoltre, gli evangelici spesso sostengono l’importanza dell’evangelizzazione attiva, cercando di diffondere il loro messaggio di speranza a coloro che non hanno ancora accettato Gesù come Salvatore.

I seguaci di questa religione praticano l’evangelismo attivo, cioè si prodigano per la diffusione del messaggio del Vangelo e sulla conversione personale. 

Religione evangelica, quando nasce?

La chiesa evangelica nasce durante il periodo del Rinascimento, in Europa, a partire dalle dottrine di Lutero e Calvino. L’evangelismo ha, quindi, le sue radici nel movimento di riforma del XVI secolo, quando alcuni cristiani protestanti si sono separati dalla Chiesa cattolica romana e hanno sostenuto l’importanza della sola fede nella salvezza. Nel corso dei secoli, l’evangelismo è diventato un movimento globale, con chiese evangeliche presenti in tutto il mondo.

Evangelisti, cosa non possono fare?

Gli evangelisti non possono fare nulla di sbagliato o immorale, poiché sono chiamati a essere esempi di vita cristiana e a insegnare il Vangelo di Gesù Cristo con amore e rispetto. Tuttavia, non ci sono limitazioni specifiche su ciò che gli evangelisti possono o non possono fare, a parte quelle che derivano dalla loro fede cristiana e dai loro impegni morali e spirituali.

I seguaci della chiesa evangelica devono rispettare le leggi della società in cui vivono e devono agire con integrità e onestà in tutte le loro attività. Inoltre, devono essere rispettosi nei confronti di tutte le persone, indipendentemente dalle loro credenze o dalle loro origini.

Gli evangelisti sono chiamati a insegnare il Vangelo di Gesù Cristo con amore e rispetto e a condurre vite esemplari, ma non ci sono limitazioni specifiche su ciò che possono o non possono fare. Possono svolgere molti tipi di attività diverse, a seconda delle loro passioni e dei loro doni, purché siano in linea con i loro impegni morali e spirituali e con i principi del cristianesimo.

Differenza tra chiesa cattolica e chiesa evangelica

La Chiesa cattolica e la chiesa evangelica sono entrambe chiese cristiane, ma ci sono alcune differenze significative tra loro.

Una delle principali differenze è l’autorità. La Chiesa cattolica riconosce il papa come capo spirituale suprema e crede nell’infallibilità papale, mentre le chiese evangeliche non riconoscono una figura simile e sottolineano l’importanza della Bibbia come autorità suprema.

Inoltre, ci sono differenze nella pratica della fede. La Chiesa cattolica ha una struttura gerarchica e crede nella santificazione attraverso i sacramenti, come il battesimo e la comunione, mentre le chiese evangeliche sottolineano l’importanza della conversione personale e della fede personale in Gesù Cristo.

Altre differenze includono il modo in cui le due chiese interpretano le Scritture e le loro pratiche di preghiera e di culto. La Chiesa cattolica, ad esempio, utilizza la liturgia in latino e ha una forte tradizione di canto corale, mentre la chiesa evangelica tende ad avere una maggiore enfasi sulla predicazione e sulla musica contemporanea.

Nonostante le loro differenze, tuttavia, la Chiesa cattolica e le chiese evangeliche condividono una fede comune in Gesù Cristo come Salvatore e nella Bibbia come autorità suprema.

I fedeli della chiesa evangelica non credono in alcune dottrine e pratiche che sono presenti in altre correnti del cristianesimo, come la venerazione dei santi, la preghiera alle anime del purgatorio e la credenza nella transustanziazione (il fatto che durante la celebrazione della Messa il pane e il vino diventino realmente il corpo e il sangue di Cristo). Inoltre, gli evangelisti tendono a dare maggiore importanza all’autorità della Bibbia come Parola di Dio e a sottolineare l’importanza della fede personale e della relazione diretta con Dio attraverso Gesù Cristo, piuttosto che attraverso l’intercessione di sacerdoti o di altri mediatori spirituali.

Lista delle regole principali della chiesa evangelica

Gli evangelisti devono seguire le stesse regole di base che valgono per tutti i cristiani, ovvero amare Dio con tutto il cuore, con tutta l’anima e con tutte le forze e amare il prossimo come se stessi (Matteo 22:37-39). Inoltre, gli evangelisti sono chiamati a seguire i principi del cristianesimo e a vivere secondo i valori cristiani.

Ecco alcune delle regole principali che i credenti della chiesa evangelica devono seguire:

  • Rispettare e obbedire a Dio: Gli evangelisti sono chiamati a seguire i principi del cristianesimo e a vivere secondo i valori cristiani.
  • Amare gli altri: Gli evangelisti devono amare gli altri come Gesù ha amato noi e devono cercare di aiutare gli altri a conoscere Dio.
  • Vivere secondo i principi della Bibbia: Gli evangelisti devono studiare la Bibbia e mettere in pratica ciò che essa insegna nella loro vita quotidiana.
  • Essere esempi di vita cristiana: Gli evangelisti devono essere esempi di vita cristiana e devono vivere in modo che gli altri possano vedere Gesù in loro.
  • Evangelizzare: Gli evangelisti sono chiamati a diffondere il messaggio del Vangelo di Gesù Cristo agli altri.
  • Rispetto per gli altri: Gli evangelisti devono rispettare gli altri, indipendentemente dalle loro credenze o dalle loro origini.
  • Onestà e integrità: Gli evangelisti devono essere onesti e integri in tutte le loro attività e devono agire con rispetto per le leggi della società.

 

Matrimonio evangelico e gli altri sacramenti secondo la religione evangelica

Nelle chiese evangeliche, il matrimonio è considerato un sacramento, ovvero un dono di Dio che simboleggia l’unione tra un uomo e una donna. Nelle chiese evangeliche, invece, è visto come una relazione sacra che deve essere alimentata dall’amore, dal rispetto e dalla fedeltà.

Il matrimonio evangelico segue la tradizione cristiana di base, con una cerimonia che include la lettura delle Scritture, la preghiera e l’utilizzo di simboli come il vino e il pane. Tuttavia, ci sono alcune differenze tra le chiese evangeliche in termini di pratiche specifiche e di interpretazione. Ad esempio, alcune chiese evangeliche credono che il matrimonio sia una relazione tra un uomo e una donna soltanto, mentre altre chiese evangeliche sostengono l’importanza dell’uguaglianza di genere e delle unioni omosessuali.

Le chiese evangeliche non hanno i sette sacramenti della Chiesa cattolica, come il battesimo, la comunione e il matrimonio. Tuttavia, riconoscono l’importanza di alcuni di questi sacramenti e li praticano in modo simile alla Chiesa cattolica. Ad esempio, il battesimo è spesso visto come un modo per testimoniare la propria fede in Gesù Cristo e per diventare membri della chiesa locale. La comunione, o la Santa Cena, è spesso celebrata come un modo per ricordare l’ultima cena di Gesù e per celebrare la sua morte e risurrezione.

Feste della chiesa evangelica

La religione evangelica non ha festività obbligatorie come la religione cattolica, ma diverse chiese evangeliche celebrano alcune festività cristiane come Natale e Pasqua. 

Oltre a queste festività, la chiesa evangelica puòavere altre celebrazioni durante l’anno, come ad esempio la festa dell’Adorazione o la festa della Fondazione della chiesa. Inoltre, alcune chiese evangeliche possono avere speciali servizi di culto durante l’anno per celebrare l’anniversario della loro fondazione o per commemorare eventi significativi nella loro storia.

Le festività evangeliche sono generalmente celebrate con servizi di culto speciali e possono includere la lettura delle Scritture, la preghiera, il canto e la predicazione. In alcune chiese, le festività possono anche includere attività per i bambini e altre attività comunitarie.

Video interessanti sulla chiesa evangelica:

“Chi sono gli evangelisti?” – https://www.youtube.com/watch?v=Ig1fZbTIto0

“Storia dell’evangelismo” – https://www.youtube.com/watch?v=YV7z8PWfZdQ

Fonte dell’immagine per l’articolo sulla chiesa evangelica: Pixabay

A proposito di Mirko Garofalo

Vedi tutti gli articoli di Mirko Garofalo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *