Quaccheri: il movimento dei Tremanti

Quaccheri: il movimento dei Tremanti

Parliamo di un movimento religioso cristiano appartenente al calvinismo puritano e nato nel XVII secolo in Inghilterra ispirato dalla predicazione di George Fox. Il movimento ha avuto diversi nomi prima di essere conosciuto come quello dei Quaccheri; è stato il movimento dei Figli della Luce e, in seguito, la Società degli Amici (di Gesù), fin quando un soprannome attribuitogli da un terzo gli diede il nome che rimase nel tempo.

Quando e come nasce il movimento dei quaccheri?

Il movimento nasce dalle correnti generatesi dopo la Riforma e si collega a varie sette diffuse all’epoca con temi in comune come le avversioni al clero – distinto dal laicato – la semplificazione del culto e l’avversione alla semplicità con cui si potesse predicare la parola di Dio.

Dal 1666 i Quaccheri sono riconosciuti in un’organizzazione vera e propria. Fin da subito il movimento fu sottoposto a persecuzioni ma, ciononostante, resistette ed ebbe relativamente fortuna, raccogliendo velocemente seguaci. L’atto di tolleranza verso di loro giunse nel 1689.

Il fondatore dei quaccheri era George Fox, nato da una famiglia puritana e profondamente moralista. A 19 anni, considerando la sua religione troppo formale, iniziò il proprio percorso spirituale. Dopo diverso tempo raggiunse l’illuminazione tramite una rivelazione mistica e scoprì che l’uomo non deve essere guidato nella luce di Dio tramite un libro, né da riti come i sacramenti, che sono strumenti dell’Altissimo ma non sono abbastanza.

«Per troppo tempo Cristo è stato chiuso nella Bibbia e nei riti religiosi, sia Egli il vostro profeta, il vostro sacerdote, il vostro re, ubbiditegli».

Nel giro di 3 anni i quaccheri raggiunsero quota 50.000 seguaci. Il nuovo gruppo religioso si diffuse nelle colonie, soprattutto in America. In queste zone i Quaccheri vengono ricordati soprattutto per essere stati tra i primi a combattere la schiavitù.

Fox, scampata per un soffio la pena di morte, viaggiò in Europa, nelle Indie, in America settentrionale, fin quando a Londra trovò la morte. Il testimone passò a William Penn che continuò il lavoro di Fox in America e fondò anche lo Stato Quacchero, quello che sarebbe poi diventato lo stato della Pennsylvania, dal nome appunto di Penn.

Ideologia del movimento dei Tremanti

Il nome quaccheri viene dall’aggettivo “Tremanti”, un termine coniato dal giudice G. Bennet nel 1650, perché nelle loro riunioni, quando gli adepti invocavano lo Spirito Santo, erano colti da tremori, manifestazioni dei moti dello Spirito.

In passato i quaccheri rifiutavano le gerarchie ecclesiastiche e i sacramenti, il vestire abiti identici, il proibizionismo per azioni mondane come l’uso di alcool. Si trattava per lo più di credenze di tipo mistico.

Il rapporto tra Chiesa e Stato nella religione dei Quaccheri è chiaro: le due potenze non si sovrappongono né oppongono l’un l’altra. La Chiesa è di tutti coloro che ascoltano la voce di Dio e lo Stato non deve metter l’uomo in condizione di dover violare la sua coscienza religiosa e morale. Uomo e credente devono poter essere in grado di coincidere nella stessa persona, senza tradire nessun ideale. È da questo concetto che si genera l’assoluta avversione dei fedeli agli obblighi militari.

La comunità religiosa è diretta da ministri che non convenzionalmente possono essere ambosessi; loro non ricevono compenso e sono incaricati di vigilare sulla condotta dei singoli, soprattutto dei giovani. Nella tradizione quacchera, la figura del Recorded Minister – ossia un ministro accreditato – è un individuo al quale la comunità quacchera riconosceva il dono della predicazione.

Le varie comunità di credenti si riunivano in adunate mensili, trimestrali, annuali.

Nel 1678 Il teologo Robert Baclay pubblicò in latino l’Apologia dei Quaccheri, in cui possiamo individuare tratti distintivi della comunità.

Colui che rivela Dio è la Verità, lo Spirito Santo. In virtù di questa luce gli uomini possono essere usati dallo Spirito, per cui non è necessaria la figura di un sacerdote ordinato. I riti sacramentali non sono necessari, ma l’importante è professare una vita illuminata dalla semplicità e dalla santità in ogni sfera della vita. I cristiani sono chiamati a proclamare la pace e ripudiano guerre e lotte di classe.

Qualche curiosità sul gruppo dei Tremanti

Il movimento si batté per la lotta contro la schiavitù, l’estensione dell’istruzione popolare, le riforme nelle carceri e nei manicomi. Alcuni quaccheri fondarono banche e istituzioni finanziare e furono mandanti di varie opere filantropiche. Il gruppo dei Quaccheri ha anche vinto il premio Nobel per la Pace nel 1947.

Il fondatore del Servizio Civile Internazionale, con il concetto di servizio alternativo all’obbligo militare, prese ispirazione proprio da movimenti come quello dei Quaccheri.

Il movimento non è estinto. Gli ultimi dati dell’inizio degli anni 2000 confermano la presenza di circa 400mila adepti. In Italia i quaccheri non sono mai stati un gruppo con molti seguaci, quanto piuttosto simpatizzanti. Oggi la comunità di quelli che erano Quaccheri si fa chiamare con il nome di “Amici del Silenzio”.

Fonte Immagine: pixabay.com

 

A proposito di Federica Grimaldi

Ventenne appassionata di arte e letteratura. Entra a far parte del team di Eroica per dedicarsi alla stimolante attività della scrittura.

Vedi tutti gli articoli di Federica Grimaldi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *