Seguici e condividi:

Eroica Fenice

libri horror

Libri horror: 5 letture a tema Halloween

Avete intagliato le zucche e fatto scorta di dolcetti? Anche quest’anno è arrivata la festa di Halloween. Tra un dolcetto ed uno scherzetto, ritagliamoci del tempo per qualche lettura a tema: ecco 5 libri horror da leggere e rileggere per entrare in pieno nell’atmosfera della festa più spaventosa dell’anno e vivere una notte di Halloween davvero da brivido.
Si consiglia ai deboli di cuore di tenere accesa la luce durante la lettura, e ai più spavaldi di leggerli alla luce di una torcia!

Libri horror: 5 suggerimenti per trascorrere la notte di Halloween in (terrificante) compagnia

Dracula, di Bram Stoker

Lo avete già letto? Pazienza, vorrà dire che lo rileggerete. Tra i libri horror suggeriti non poteva mancare un horror che ha fatto la storia del genere, Dracula, da cui sono stati tratti numerosi film. E in una notte come questa, non possiamo che consigliarvi caldamente anche la visione del filmDracula di Bram Stoker” di Francis Coppola, con un eccezionale Gary Oldman nel ruolo del conte Dracula e Anthony Hopkins nel ruolo di Van Helsing.
Il romanzo di Bram Stoker, maestro dell’orrore e del giallo, è un grande capolavoro della letteratura gotica scritto in forma epistolare e si ispira alla figura del sanguinario Vlad III Principe di Valacchia e trasmette in pieno, attraverso le missive, il crescente senso di angoscia dei protagonisti, di fronte all’inarrestabile minaccia (ed, insieme, seduzione) costituita dal vampiro.

Dieci piccoli indiani, di Agatha Christie

Chi conosce le incredibili doti di giallista della Christie, non potrà mettere in dubbio la sua innata capacità di creare suspense, forse ancor di più nei romanzi privi della figura di un detective, sia esso Poirot o Miss Marple. Senza un detective a mettere in ordine i tasselli della storia, questa sembra svolgersi da sé, in una corsa inarrestabile verso l’infausto destino dei personaggi, ed è proprio questa l’impressione che si ha leggendo Dieci piccoli indiani: un pericolo imminente ed inarrestabile perché invisibile, l’assassino è in casa, è tra noi, ma non si vede, ed intanto è libero di agire, indisturbato.
Col suo carico di tensione ed inquietudine, Dieci piccoli indiani, vero capolavoro della Christie, merita di diritto di entrare in questa classifica di libri horror da rileggere ad Halloween.

Il Baco da Seta, di Robert Galbraith

I fan più accaniti della Rowling sapranno che, in realtà, si nasconde l’autrice di Harry Potter dietro lo pseudonimo maschile, autrice che, con la saga dell’ispettore Cormoran Strike, si è rivelata essere una giallista dalla fervida e torbida immaginazione. Lo mette ampiamente in luce questo secondo romanzo (che potrete leggere senza difficoltà anche senza aver letto il precedente, Il Richiamo del Cuculo, in quanto ogni capitolo è autoconclusivo), che racconta il macabro omicidio di uno scrittore, le cui spoglie vengono presentate come in un banchetto, in una vera e propria messa in scena del suo ultimo romanzo, inedito. Tortura, cannibalismo, necrofilia ed ogni forma di violenza sconvolgeranno il lettore che s’immergerà in queste pagine.

Racconti dell’orrore, di Edgar Allan Poe

Non potrebbe mancare in questa rassegna di libri horror la celebre raccolta di racconti di Edgar Allan Poe, vero maestro del genere, che ha spaventato generazioni intere con i suoi racconti di demoni e spiriti, mostrando chiaramente che i mostri più terrificanti sono quelli che si nascondono nei meandri dell’inconscio. La forma del racconto, breve o lungo che sia, si presta ampiamente alle serate in compagnia di amici: da leggere al buio, con la sola luce di una torcia o del fuoco di un camino. Da brivido.

Frankenstein, di Mary Shelley

Non può mancare nella libreria di un vero amante dei libri horror un grande classico del genere, incredibilmente moderno e per certi aspetti visionario, Frankenstein: la morte è da sempre la più grande paura dell’uomo e questo libro racconta l’eterno ed insano desiderio di sconfiggerla, una volta e per sempre, sfruttando le potenzialità offerte dalla scienza, in tutte le sue drammatiche e devastanti conseguenze. Il sottotitolo del romanzo, Il moderno Prometeo, in una rielaborazione in chiave moderna del Prometeo delle Metamorfosi di Ovidio, che plasmò l’uomo, allude difatti all’erronea convinzione della scienza di poter sfidare la natura. Il risultato ottenuto dal dottor Frankenstein sarà infatti una creatura terrificante.